Cous cous con melanzane al profumo di basilico

1440690794286

Chi mi conosce personalmente sa che il cous cous è stato per anni uno dei miei piatti preferiti.
Il vero cous cous è quello “incocciato” a mano che richiede tempo e passione ed ha un sapore e un profumo inconfondibile.
Per una serie di motivi alimentari e di tempo utilizzo il cous cous precotto che cerco di condire nel miglior modo possibile.
Questa è una versione estiva che adoro …

Per 4 persone
320 gr di couscous precotto*
320 gr di acqua
3 melanzane biologiche
Pesto senza aglio homemade q.b.
Pinoli 2 cucchiai o mandorle di avola tritate al coltello
Pomodori sott’olio per me di Pantelleria q.b.
Ricotta salata q.b.
3 cucchiai di ceci già cotti

Per prima cosa preparare il cous cous.
Portare quasi al bollore 320 gr di acqua leggermente salata, spegnere il fuoco, aggiungere un cucchiaio di pesto e versare a pioggia il cous cous, sgranare con una forchetta, coprire e fare riposare un paio di minuti.
Il pesto l’ho preparato precedentemente con 50 gr circa di basilico, qualche foglia di menta, mandorle (avevo pochi pinoli!), sale, 2 cucchiai di grana e olio evo q.b.
Nel cous cous non aggiungo olio e nemmeno burro poiché per insaporire l’acqua di cottura ho utilizzato il pesto quindi non occorre.
Trascorso il tempo indicato, sgranare ulteriormente il cous cou  aggiungendo 3 cucchiai di pesto.

Tagliare a dadini regolari le melanzane, friggere e salare solo a fine cottura.

Tostare i pinoli o le mandorle senza grassi in un padellino antiaderente.

Ora sarà possibile condire il ns. cous cous con melanzane fritte, pinoli o mandorle tostate, ceci, pomodorini sott’olio e i riccioli di ricotta salata ottenuti con un pelapatate.
Fare riposare e gustare.

*per me cous cous glutenfree probios

Note personali: sono intollerante al glutine, di conseguenza sono costretta ad utilizzare il cous cous di mais, riso o grano saraceno che acquisto esclusivamente biologico.
Per chi non ha problemi di intolleranze, consiglio di acquistare un buon cous cous di grano integrale o ancora meglio di grani antichi!
Riguardo il pesto cerchiamo di prepararlo in casa ed evitiamo di acquistare quelli pronti … avete mai letto le etichette?
E poi il pesto “homemade” ha un profumo e un sapore non paragonabile al pesto pronto!
Cerchiamo di utilizzare prodotti locali a km 0.
Avete mai letto la provenienza di un pacco di pinoli o di mandorle? Beh …controllate nella Vs. dispensa

1440690766226

1440690745681

Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...